Consideriamo utenti in situazioni "speciali” coloro che si trovano in condizioni particolari e gravi tali da impedire in modo permanente o temporaneo (medio-lungo) l'accesso in autonomia alle biblioteche e ai relativi servizi: carcerati, disabili, malati non autosufficienti, lungo degenti, con evidenti difficoltà o completo impedimento a deambulare e quelli che si trovano temporaneamente impediti per motivi di salute, ma che abbiano improrogabili scadenze accademiche.
Questi utenti potranno esercitare i loro diritti tramite un delegato che potrà accompagnarli in biblioteca ed assisterli, oppure agire al loro posto in nome loro. Dovrà essere utilizzato il modulo di delega, disponibile in formato cartaceo presso le biblioteche o scaricabile online (pagina Modulistica).

Il CSB si impegna a realizzare, regolamentare e promuovere specifici servizi aggiuntivi, secondo le necessità della propria utenza e in base alle risorse disponibili. In particolare collabora per l'attuazione di azioni e linee guida per rendere effettivo il diritto all’educazione e all’istruzione universitaria di tutti i propri utenti, con particolare attenzione ad utenti “speciali”, garantendo l’attivazione di procedure particolari di accesso ai servizi e adeguati ausili.
Si impegna inoltre a contribuire a rimuovere le eventuali barriere architettoniche che impediscono l'accesso in biblioteca a persone con disabilità motorie ....
(Maggiori informazioni e standard minimi di servizio nella Carta dei Servizi, art. 7, lettera k)